FORMAZIONE GIOVANILE: FIRMATO IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA ALIS E RETE NAZIONALE ITS PER LA MOBILITA’ SOSTENIBILE

ALIS è la prima Associazione ad aver siglato un Protocollo d’Intesa così rilevante per i giovani e per rispondere ai fabbisogni formativi e professionali delle imprese del trasporto e della logistica

 

La firma dell’importante e strategico Protocollo d’Intesa tra ALIS e la Rete ITS per la Mobilità Sostenibile è un passo molto significativo per il mondo della formazione giovanile, che ci permette di intensificare la collaborazione sinergica ed il raccordo tra gli Istituti Tecnologici Superiori (ITS Academy) e le imprese e, conseguentemente, di contribuire a soddisfare la domanda di nuove ed elevate competenze tecniche. Non possiamo dimenticare che, tra i dati occupazionali, preoccupano soprattutto i circa 3 milioni di inattivi nel Paese. Il nostro impegno quindi, anche attraverso l’intensa attività di ALIS Academy, cresce sempre più al fine di diffondere la cultura del trasporto e della logistica, di colmare il mismatch tra domanda ed offerta di lavoro e di contribuire così a risolvere l’urgente problematica della carenza di figure professionali nel settore”. E’ quanto dichiara il Presidente di ALIS Guido Grimaldi dopo la sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra l’Associazione e la Rete di tutti gli ITS italiani per la mobilità sostenibile.

“Il Protocollo d’Intesa con ALIS – aggiunge Silvio Busico, Presidente della Rete nazionale ITS per la Mobilità Sostenibile – ha davvero un che di storico. Innanzitutto perché dà sostanza a quell’auspicato raccordo tra formazione professionalizzante e tessuto produttivo che è fondamento della Legge 99/2022 di riforma degli ITS e, in secondo luogo, perché è il punto di arrivo di un lungo percorso che ci vede da anni al fianco di ALIS nel sostenere che il rinnovamento del Sistema Paese non può ignorare i processi di formazione delle competenze necessarie ad affrontare le sfide del futuro. Gli ITS del comparto non solo troveranno maggiore visibilità presso le oltre 2050 aziende di ALIS, ma potranno sfruttare un sistema finalmente condiviso di rilevazione dei fabbisogni professionali volto a progettare azioni di upskilling, reskilling e formazione dei più giovani e a definire quei know how necessari a favorire la transizione ecologica e digitale del comparto”.

“Con ALIS Academy abbiamo fortemente promosso la firma di questo Protocollo che ha radici lontane, in quanto la nostra Associazione ha sempre creduto con convinzione nelle grandissime potenzialità derivanti dagli ITS per la formazione giovanile e per rispondere ai crescenti fabbisogni formativi e professionali delle imprese del comparto. Il futuro dei nostri giovani – dichiara Nicolò Berghinz, Coordinatore di ALIS Academy – passa proprio dal potenziamento di tale settore formativo ed un primo traguardo in tal senso è rappresentato dall’importante stanziamento di 1,5 miliardi di euro previsto dal PNRR e dalla conseguente prima riforma legislativa degli ITS recentemente approvata. ALIS è la prima realtà associativa ad aver siglato un simile accordo, che rafforza la collaborazione sinergica con la filiera della mobilità sostenibile sull’intero territorio nazionale, puntando così a contribuire sempre più concretamente all’aggiornamento delle competenze, all’incremento delle docenze manageriali, all’implementazione degli stage presso le nostre imprese associate e alla crescita del tasso di placement in tutta Italia”.

 

Articoli correlati:
Comunicati, News
Menu

Utilizzando il sito, accetti la nostra cookie & privacy policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi