ALIS ADERISCE ALL’ACCORDO CON ABI PER ESTENSIONE MORATORIA BANCARIA ALLE GRANDI AZIENDE

Guido Grimaldi: “Fin dall’inizio dell’emergenza abbiamo richiesto alle Istituzioni maggiore attenzione al tema della liquidità anche per le imprese di grandi dimensioni”

 “ALIS ha aderito all’accordo per il Credito 2019 che ABI ha sottoscritto con le Associazioni di rappresentanza delle imprese al fine di estendere le moratorie bancarie anche in favore delle imprese di maggiori dimensioni che autocertifichino di essere state danneggiate dal Coronavirus”.

Lo afferma in una nota il Presidente di ALIS Guido Grimaldi, in riferimento al nuovo Addendum all’Accordo per il Credito 2019 concordato tra ABI (Associazione Bancaria Italiana) e le Associazioni di rappresentanza delle imprese.

“Fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria e socio-economica, ALIS ha richiesto alle Istituzioni governative, attraverso documenti tecnici e confronti diretti in videoconferenza, di offrire un’attenzione più concreta anche alle imprese di grandi dimensioni e di estendere loro la moratoria bancaria. Infatti, – aggiunge Grimaldi – al fine di arginare i danni economici causati dal Coronavirus alle aziende, in particolare con riferimento alle conseguenze economiche in tema di liquidità, il Governo è finora intervenuto con provvedimenti specifici, come l’articolo 56 del DL Cura Italia, solo nei confronti di piccole e medie imprese. Nonostante quindi non vi siano state aperture da parte del Governo nella direzione da noi auspicata e più volte segnalata, ALIS ha comunque trovato il modo di sostenere concretamente le grandi aziende del settore trasportistico”.

“Ringraziamo ABI per aver promosso l’ampliamento ed il rafforzamento di tale misura e per aver accolto la nostra richiesta di adesione, al fine di consentire – conclude il Presidente di ALIS – alle grandi imprese, al pari delle PMI già beneficiarie di tale disposizione, di richiedere fino al 30 giugno 2020 la moratoria, decongestionando così il fabbisogno di liquidità e permettendo di pianificare il rilancio e lo sviluppo delle proprie attività”.

Articoli correlati:
Comunicati, News
Menu

Utilizzando il sito, accetti la nostra cookie & privacy policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi