PANORAMA D’ITALIA

Panorama d’Italia:imprenditori e innovazione nel focus con i manager,
le esperienze di successo e le start up che cambieranno il mondo.

Ragusa un modello da esportare, grazie alle sue eccellenze, alle sue peculiarità e alla sua storia. Di questo si è discusso ieri mattina, alla Camera di Commercio, nei primi due incontri della tappa iblea di Panorama d’Italia.

Chiaro sin dal titolo, “L’Italia riparte da Ragusa”, il primo dibattito, moderato dal direttore di Panorama Giorgio Mulè e nel quale è intervenuto in rappresentanza dell’Associazione ALIS, il direttore generale Marcello Di Caterina. “Raccontiamo una terra che è orgogliosamente viva – ha detto il giornalista. Questa tappa rappresenta la conclusione di un percorso iniziato quasi un anno fa ed è un piacere che sia stata scelta proprio Ragusa, una città che simboleggia un altro Sud. Certo, i segni della recente crisi economica sono ancora evidenti, ma che si tratti di un territorio in movimento lo si evince dalla nascita di nuove imprese, principalmente legate all’agroalimentare e al turismo”.

Qualificato il parterre dei relatori: Luca Altieri (director of marketing, communications and citizenship at IBM Italia), Gianni Bocchieri (direttore generale assessorato istruzione, formazione e lavoro, Regione Lombardia), Tommaso Dragotto (Sicily by car), Antonello Irace (ad 3SUN – Enel), Umberto Schininà (ad gruppo Scar), Marcello Di Caterina, direttore generale di “Alis” (associazione logistica dell’intermodalità sostenibile).

Il secondo dibattito, moderato dal giornalista Sergio Luciano, è stato incentrato sulle start up ragusane, con ospiti Ninni Cascone (Alganatura Sicilia), Marco Ceresa (ad Randstad Italia), Marco Gay (vicepresidente esecutivo Digital Magics), Danilo Iervolino (presidente Università Telematica Pegaso), Nicola Losito (direttore digital business IBM Italia), Fernando Napolitano (presidente e ceo IB&II).

Oggi, intanto, sarà proclamato il vincitore nazionale di “Eureka, l’idea diventa impresa”, concorso bandito da Panorama d’Italia. La tappa ragusana è stata vinta da Safety Enviromental Engineering, una start-up che ha realizzato un sistema per rendere i pannelli fotovoltaici sicuri contro il rischio d’incendio. Seconda classificata, SmartIsland.