DDL CONCORRENZA: SI AL SISTEMA NAZIONALE DI MONITORAGGIO

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14 agosto 2017, è stata pubblicata la Legge annuale per il mercato e la concorrenza del 4 agosto 2017, n. 124.

LA RUBRICA DEL PRESIDENTE a cura dell’avv. Francesca Fiorini

I commi 188-192 dell’articolo 1 della legge in esame, recano misure volte a favorire lo sviluppo del sistema logistico nazionale, attraverso la creazione di un unico sistema di monitoraggio nazionale che integri tra loro più sistemi di reperimento e controllo dati, sia a livello di istituzioni centrali che territoriali.

L’analisi integrata dei dati provenienti dai diversi sistemi di gestione dei flussi delle merci è infatti un passaggio fondamentale nel percorso di miglioramento del sistema della logistica integrata nell’ottica della sostenibilità e dell’ottimizzazione modale.

Il comma 188 della Legge istituisce, presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il Sistema nazionale di monitoraggio della logistica (SiNaMoLo).

Contribuiscono all’alimentazione del SiNaMoLo:

  • la Piattaforma Logistica Nazionale digitale (PLN);
  • il Sistema PMIS (Port Management Information System), delle Capitanerie di Porto;
  • i Sistemi PIL (Piattaforma Integrata della Logistica) e PIC (Piattaforma Integrata Circolazione) delle Ferrovie dello Stato italiane;
  • i PCS (Port Community System) delle Autorità Portuali;
  • il SIMPT (Sistema Informativo per il Monitoraggio e la Pianificazione dei Trasporti de MIT);
  • il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti), del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;
  • il sistema informativo dell’Agenzia delle Dogane e dei monopoli;
  • le piattaforme logistiche territoriali.

Al fine di dare piena attuazione al nuovo meccanismo di monitoraggio della logistica, il comma 189 della Legge prevede che, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge annuale sulla concorrenza, vengano definite, con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, le modalità di attuazione del sistema nazionale di monitoraggio della logistica assicurando il coordinamento dei diversi soggetti coinvolti. Il decreto stesso dovrà definire anche gli standard e i protocolli di comunicazione di trasmissione dei dati e dovrà essere adottato d’intesa con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentita l’Agenzia per l’Italia digitale (AGID).